Logo
COMPAGNIA MISSIONARIA
DEL SACRO CUORE
una vita nel cuore del mondo al servizio del Regno...
Compagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia MissionariaCompagnia Missionaria
Omelia al funerale di p. Albino
Posted by P. Oliviero Cattani scj


Carissime sorelle della Compagnia Missionaria, cari amici di p. Albino, carissimi confratelli,

oggi, quando il giorno di p. Albino è ormai tramontato, noi siamo entrati nel tempio, dove vogliamo lodare Dio per il nostro fratello e padre Albino: nella sua vita, a modo suo, ha cercato il Signore, quel Signore che sempre crea comunione tra gli uomini, anche se noi fatichiamo a vederla e a ricercarla.

Noi oggi siamo gli uomini e le donne dal cuore che sa “gioire”, oggi siamo in festa. Una festa segnata dal dolore della morte, ma scaldata dalla forza della Parola di Dio che sa far ardere il cuore. Il nostro volto triste incontra oggi Colui che ogni giorno si spezza e si dona all’umanità. È solo questo gesto d’amore intenso che fa rinvigorire le nostre caviglie stanche e atrofizzate e ci rende di nuovo uomini e donne che sanno camminare, saltare, partire senza indugio.

Siamo noi, oggi, l’uomo che veniva portato per chiedere l’elemosina fin alla soglia del tempio – non dentro – con l’intento di trovare una risposta al proprio bisogno, sperando ed elemosinando qualche buon gesto, e che si trova a varcare finalmente la soglia del Tempio, del luogo in cui poter lodare Dio. In cui poter saltare per Dio. Lo fa non per merito proprio ma solo come dono gratuito e inaspettato.

Siamo noi, oggi, lo storpio che ottiene in dono una Parola che ha la forza, se accolta, di rimetterci in piedi per “provocare” stupore e meraviglia in chi ci guarda e vede nella nostra vita, in trasparenza, l’azione vivificante di Dio, che sa far risorgere ogni uomo e donna.

Siamo noi, oggi, Cleopa e il suo compagno di strada, segnati dalla confitta, uomini dallo sguardo basso, dal passo stanco, che ragionano troppo spesso al passato, ad essere “avvicinati” dall’uomo che sempre cammina con noi, il Signore Gesù Risorto.

Siamo noi, oggi, i due uomini in cammino per Emmaus che sazi di Parola e Pane, con il cuore ardente, possono ripartire senza indugio e ritornare dove la comunità è riunita e insieme gridare con forza “davvero il Signore è risorto ed è apparso a Simone!”.

Qui attorno alla bara del nostro fratello e padre Albino ci sono dei fratelli, delle sorelle, delle figlie che vogliono continuare a “narrare” ciò che è accaduto di straordinario nella nostra vita e come lo abbiamo riconosciuto nel pane e nella Parola che altri fratelli e sorelle hanno spezzato e condiviso con noi.

La Pasqua di Gesù, continuata nella pasqua di Albino, è la nostra Pasqua. Siamo stati chiamati ad essere uomini e donne dal “cuore che sa gioire”, sa fare festa, perché riconosciamo le meraviglie del Signore Risorto nella nostra vita. Le abbiamo viste realizzate nella vita e nella carne fragile di tanti uomini e donne e tra questi p. Albino.

Siamo stati chiamati a essere donne e uomini capaci di attraversare la soglia del Tempio, la soglia della presenza di Dio nella nostra vita. È possibile rispondere a tale chiamata se ci fidiamo – non dei beni, dell’oro o dell’argento che possiamo desiderare e possedere – ma della Parola di Vita che ci è stata consegnata da uomini e donne di fede e tra questi p. Albino.

Siamo stati chiamati a partire senza indugio per andare agli altri e raccontare come la Parola e il Pane spezzato aprono i nostri occhi e ci rendono capaci di guardare alla vita con uno sguardo nuovo, pieno di luce, caldo, perché nasce da un cuore riscaldato dall’amore del Risorto. Una Parola e un Pane spezzato che ci è stato messo nelle mani da uomini e donne di parola e di condivisione, e tra questi p. Albino.

Siamo stati chiamati a formare comunione, a diventare uomini e donne del “con”, dell’insieme, di “compagnia”, che sanno entrare alla presenza di Dio con i fratelli e le sorelle che vivono accanto; che condividono la fatica e la sconfitta con chi vive al nostro fianco; che sanno allargare la propria tavola a chi fa strada con noi; che sanno riconoscere la fatica di ogni sera che segna la vita di tutti; che sanno ascoltare le meraviglie operate dal Risorto nella vita di chiunque. Compagnia che ci è stata testimoniata da uomini e donne che, pur nella fatica, hanno cercato di farsi compagni di tutti, e tra questi p. Albino.

Siamo stati chiamati a essere noi come le donne che si sono recate al mattino alla tomba e che hanno saputo dire la grande notizia della mattina di Pasqua: il Signore è vivo. Uomini e donne che mettono la propria vita e voce a servizio dell’annuncio del Vangelo della Vita, anche se siamo ancora lenti di cuore nel credere e abbandonarci all’amore di Dio. Ma la nostra fede ha radice in quanto molti uomini e donne hanno testimoniato con la loro vita e le loro parole, e tra questi p. Albino.

Ti ringrazio Signore perché ci hai donato in p. Albino un uomo che, nella sua fragilità e nella sua umanità, ci ha permesso di vedere in trasparenza qualcosa del tuo grande mistero di vita. Ti ringrazio perché ci hai raccolti oggi insieme, uomini e donne che fanno del tuo amore la ragione della loro vita, e ci chiami – nella semplice parola della vita di Albino – a diventare compagni di strada per annunciare insieme il Vangelo della vita, che sa ridare vigore, ancora oggi, alle caviglie fiacche e ai cuori tristi.

P. Oliviero Cattani, Superiore Provincia  Italia Settentrionale Sacerdoti del Sacro Cuore

Condividi l'articolo su:
Logo
COMPAGNIA MISSIONARIA DEL SACRO CUORE
Via A. Guidotti 53, 40134 - Bologna - Italia - Telefono: +39 051 64 46 472

Follow us on Facebook